L’origano è un’erba aromatica derivante da un genere di piante definite come spermatofite, ovvero pianta vascolari con presenza di organi fiorali grazie ai quali possono riprodursi attraverso i semi, e dicotiledoni, ovvero piante che hanno i semi con l’embrione formato da due cotiledoni.

Facente parte della famiglia delle lamiaceae, è una pianta, l’origano, che arriva fino a 7 o 8 pollici di altezza, erbacea con un ciclo biologico perenne tutte completamente aromatiche. Ne esistono molte specie, dalle 40 alle 50 certificate, tutte originarie della zona del Mar Mediterraneo, dove questa pianta ha modo di crescere per il clima mite e con un habitat temperato.

Il suo utilizzo è sia farmacologico che culinario, si tratta in questo ultimo caso di una delle erbe aromatiche o spezie più usate in Italia ed in Europa in generale soprattutto per i secondi come carne, pesce ma anche sulla pizza. Oltre a questo andremo a vedere i benefici per l’organismo ed anche un altro curioso beneficio di questa pianta come repellente naturale.

Dopo aver dunque visto cosa è l’origano, quante specie ne esistono e dove nasce quella pianta andiamo a dare una occhiata prima ai benefici ed alle sue proprietà e quindi in secondo luogo alle modalità d’uso.

Origano: benefici per il corpo

Il suo utilizzo in cucina è molto vario come detto, può essere usato l’origano per la pizza, come condimento di carne, ma anche di pesce o inserita insieme all’insalata. Insomma un tutto fare, che è usato soprattutto nelle regioni meridionali italiane e mediterranee.

L’origano oltre agli usi culinari ha anche delle proprietà molto sottovalutate terapeutiche per dare sollievo al nostro organismo: sia assumendole che utilizzandole in farmacia, le sue caratteristiche sono essenziali e benefiche per il corpo umano. I principi attivi dell’origano sono sali minerali, vitamine, carboidrati, proteine, ed anche grassi che svolgono funzioni importanti per l’organismo. Quali?

  • l’origano ha delle proprietà antispasmodiche;
  • proprietà espettoranti;
  • proprietà antistiche;
  • proprietà antalgiche;
  • proprietà toniche.

Ovviamente non parliamo dei benefici della pianta mangiata o cotta in cucina ma delle proprietà farmacologiche di questo alimento. Per questo motivo è usato come olio essenziale per alcune terapie quali l’aroma terapia appunto o come tisane o infusi per calmare problemi come tosse, mal di testa ed emicranie.

Oltre a questo infine occorre aggiungere che l’origano ha anche funzioni come repellente per formiche; può infatti allontanare questi insetti se spalmato o inserito in zone che spesso sono frequentate da queste, per tenerle alla larga visto il suo odore fastidioso per le formiche.

Andiamo ora a vedere le proprietà benefiche dell’origano e le modalità attraverso le quali possiamo utilizzare questi benefici apportati al nostro corpo dalla pianta in questione.

Origano: proprietà e modalità di utilizzo

Le proprietà benefiche di questa pianta ed erba aromatica sono molte, vista la presenza di vitamine, di proteine e carboidrati, ma anche sali minerali. L’origano svolge dunque alcuni compiti per il nostro organismo ed è possibile alimentandosi con questa pianta, sfruttarle tutte a pieno.
Innanzitutto bisogna chiarire sull’utilizzo: in cucina ne possiamo avere due, pianta aromatica oppure tisana preparata con origano.

Nel primo caso può aiutare in primis a combattere il cosiddetto meteorismo, ovvero problemi gastrointestinali dovuti all’accumulo di gas. Quindi se usata con carne, pesce o altre pietanze elimina il gas in eccesso o ne previene la formazione.
Invece se utilizzata come tisana o come infuso ha delle capacità molto interessanti contro la cellulite e la pelle a buccia d’arancia, ma anche per contrastare i forti dolori mestruali.

Insomma sia in cucina mangiato come spezia che bevuta come tisana o infuso, ne trovate molti anche in erboristeria di ogni tipo, l’origano è una pianta ed una erba magica per il nostro organismo tanto che viene usata come detto in farmacia in mille modi viste le proprietà dell’olio essenziale che si può ottenere da questa pianta.