Arriva un momento nella vita di tutte le donne in cui si deve affrontare un periodo molto particolare: la menopausa. I rimedi naturali per contrastare i fastidi dovuti a questa condizione sono però molteplici e alcuni anche molto economici.
Tra i disturbi più comuni alle donne in menopausa ci sono sicuramente le vampate di calore.

Questo fastidio è per molte donne socialmente invalidante e può comparire anche nella fase che precede la menopausa. La durata e l’intensità delle vampate varia da donna a donna: alcune possono soffrirne solo sporadicamente, mentre altre possono arrivare ad averne almeno 10 al giorno.
Una vampata si caratterizza per un’improvvisa sensazione di calore di provenienza indefinita e in grado di diffondersi nell’intero corpo. Inoltre la sudorazione aumenta, il battito accelera e il viso diventa di colore rosso.

Per prevenire e contrastare le vampate di calore ci sono sicuramente alcuni piccoli trucchi che possono tornare utili a chi sta affrontando la menopausa: fare esercizio fisico quotidiano, dormire ore sufficienti, diminuire la quantità di caffè, disintossicare l’organismo e infine ridurre lo stress.
Ma anche la natura viene in nostro soccorso in particolare con alcune piante che contengono fitoestrogeni, in grado di riequilibrare gli ormoni femminili.

Vediamo ora quali sono i rimedi naturali per la menopausa più comuni ed efficaci.

Menopausa, rimedi naturali per le vampate: salvia e luppolo

I primi rimedi naturali per la menopausa che andiamo a proporre sono la salvia e il luppolo.
Le vampate di calore possono essere sconfitte grazie all’assunzione di salvia: questa pianta aromatica è ricca di benefici soprattutto per le donne, è semplice da reperire e si può addirittura coltivare sul proprio balcone.

Per i disturbi della menopausa è consigliato l’infuso preparato con foglie fresche o secche.
Il sapore della cosiddetta acqua di salvia non è molto gradevole, ma l’effetto sulle vampate è garantito.

Il secondo rimedio naturale contro le vampate è il luppolo, la stessa pianta utilizzata per produrre la birra.
Il luppolo possiede principi attivi che inducono rilassatezza e quindi riescono a calmare le vampate di calore.Inoltre nel luppolo sono contenute sostanze estrogeniche, molecole molto simili agli estrogeni femminili, principali ormoni sessuali della donna.

Per sfruttare queste proprietà è possibile acquistare in erboristeria integratori alimentari a base di estratti vegetali e luppolo oppure l’olio essenziale di luppolo.
L’uso regolare di luppolo può quindi attenuare i sintomi della menopausa.

Menopausa, rimedi naturali per le vampate: semi di lino e passiflora

Altri due rimedi naturali per sconfiggere i disturbi della menopausa sono i semi di lino e la passiflora.
Entrambi sono un ottimo alternativa ai farmaci da banco per il trattamento dei disturbi ormonali e possono essere assunti già nella fase premenopausa.
I semi di lino sono ricchissimi di fitoestrogeni e quindi indicati per riequilibrare il livello ormonale durante la menopausa.

Le vampate possono essere ridotte notevolmente grazie all’assunzione di questo prodotto.
Esistono moltissime tipologie di semi di lino e quindi ed è possibile scegliere in base ai propri gusti.
Ad esempio consumare quotidianamente semi di girasole, semi di zucca o semi di papavero può essere d’aiuto per gestire i sintomi della menopausa e ridurli.

La passiflora invece, grazie alla sua azione rilassante, aiuta l’organismo a ritrovare il suo equilibrio ormonale e ad evitare sbalzi d’umore.
Gli infusi di questa erba riescono anche a controllare la temperatura corporea e quindi a controllare le vampate di calore.

Menopausa, rimedi naturali per le vampate: isoflavoni di soia

Infine l’ultimo rimedio naturale per contrastare gli effetti indesiderati della menopausa sono gli isoflavoni di soia.
Introdurre della propria dieta gli isoflavoni di soia, estratti dalle proteine di soia, può essere un’alternativa valida per le donne che rifiutano una terapia ormonale classica.

Queste sostanze, mimando l’attività degli estrogeni, nettamente diminuiti nelle donne in menopausa, hanno un effetto regolatore sulla produzione ormonale del corpo femminile.
Con circa tre mesi di terapia a base di isoflavoni si possono riscontrare notevoli miglioramenti della sintomatologia della menopausa.