Il limone è uno degli agrumi più amati in cucina, non solo per le sue proprietà e i suoi benefici, ma anche per la sua grande versatilità. Ad essere particolarmente apprezzate sono le sue caratteristiche antibatteriche, che lo rendono un elemento perfetto per le pulizie e per disinfettare le superfici della cucina.
Sì, avete capito bene, il limone in cucina non lo si usa solo per condire ed insaporire i piatti, ma anche per pulirli e disinfettarli.

Non tutti sanno che tra le proprietà del limone vi sono anche delle potenti caratteristiche di antibatteriche, che permettono di pulire e profumare gli ambienti della casa. Si potrà avere una cucina perfetta, pulita e profumata, senza per questo utilizzare saponi o additivi chimici che invece possono risultare dannosi per le vie respiratorie, soprattutto dei più piccoli.

Dimenticate quindi la candeggina e i disinfettanti chimici, dal momento che si potranno pulire le nostre superfici, i piatti e soprattutto i taglieri con il succo di limone. Di seguito vedremo alcuni utilizzi alternativi del limone che potrà essere usato non solo come condimento, ma anche come sapone naturale che aiuterà la nostra casa ad avere un ottimo odore e soprattutto ad essere priva di batteri.

Limone, usi per pulire: proposte per dire addio ai saponi in cucina

Potrebbe sembrarvi strano, ma avete proprio letto bene: il limone è un ottimo antibatterico naturale. Nei vari utilizzi infatti viene proposto spesso come metodo di cura naturale per il mal di gola, proprio per le sue caratteristiche antibatteriche.
Le stesse proprietà possono essere sfruttate anche in cucina dove si potranno pulire superfici e piatti molto sporchi proprio con la combinazione delle sue caratteristiche sgrassanti e antibatteriche.
Infografica
Questo agrume permetterà di pulire superfici che non possono essere trattate in modo chimico, come ad esempio i taglieri e di eliminare ogni forma di batterio e germe. In questo modo non solo si riuscirà a pulire, ma anche a dare un odore fresco e buono a tutta la cucina!
Una proposta che vi permetterà così di mettere da parte i tanto odiati prodotti chimici sempre più male odoranti e dannosi per le nostre vie respiratorie.

Per fruttare al meglio le proprietà di questo agrume si potrà usare in cucina nei seguenti modi, proposte a cui forse non avevate mai pensato che potrebbero aprirvi un mondo nuovo:

  • Pulizia del frigo: trattandosi di un punto delicato della cucina è sempre meglio non usare prodotti chimici per la pulizia del frigorifero, dal momento che gli agenti chimici potrebbero entrare in contatto con il cibo e le bevande che si conservano. Il limone è la soluzione perfetta per riuscire a pulire il frigo dei batteri e non avere problemi con le interazioni chimiche. Semplicemente imbevendo un panno di acqua e limone e passandolo sulle superfici si potranno uccidere i batteri e dare un ottimo odore al proprio frigorifero.
  • Antimuffa: per togliere la muffa dal lavello della cucina o dai bordi della vasca non serviranno soluzioni chimiche e invasive, ma sarà sufficiente un po’ di limone e bicarbonato. In una tazza potrete mescolare un cucchiaio di limone e uno di bicarbonato e poi applicare il composto sulle superfici intaccate dalla muffa, la soluzione permetterà di togliere i batteri ed eliminare la sporcizia.
  • Pulizia del forno come per il frigo anche il forno non dovrebbe essere trattato con prodotti chimici, dal momento che potrebbero intaccare i sapori e gli odori del cibo. Se il vostro forno risulta particolarmente incrostato e sporco sarà bene infornare una teglia con acqua e il succo di tre limoni, che dovrete tenere in forno per circa 30 minuti ad una temperatura di 120°. Il calore scioglierà la sporcizia particolarmente incrostata; con un panno poi, imbevuto del composto di acqua e limone caldo, pulirete le superfici del forno, togliendo ogni resto di grasso o incrostazione.
  • Eliminare cattivi odore dal sifone: il lavandino della cucina rilascia spesso cattivi odori, dovuti soprattutto ai resti di cibo che rimangono incastrati e spesso si è costretti ad usare prodotti chimici per non dover mangiare con una cucina male odorante. Semplicemente spremendo mezzo limone nel sifone e lasciando poi la buccia sul lavello si potrà riuscire a risolvere la questione e la cucina non avrà più un cattivo odore. Inoltre l’acidità del limone, se lasciata agire, senza aprire l’acqua, permetterà di corrodere i cibi e di liberare lo scarico.
  • Pulire i taglieri: in base ad alcuni studi uno degli elementi più sporchi della cucina è proprio il tagliere di legno, dal momento che viene utilizzato per moltissimi usi e nella maggior parte dei casi solo sciacquato. Il legno è infatti un materiale poroso che tende ad assorbire gli odori e quindi pulirlo con il sapone potrebbe portare ad avere per giorni un odore chimico. Semplicemente passato mezzo limone su tutta la superficie del tagliere invece si riuscirà a pulirlo in profondità, eliminando gli odori e i batteri, senza per questo dargli un cattivo odore.
  • Rimedio per togliere la ruggine: un rimedio efficace che permetterà di pulire le superfici di ferro in poche e semplici mosse. In una ciotola mescolate tre cucchiai di sale e uno di limone, mescolate bene e poi applicate il composto nei punti colpiti dalla ruggine . Con uno spazzolino o una spazzola strofinate con cura e lasciate poi agire per circa 30 minuti il composto, trascorso questo tempo pulire con cura e vedrete di nuovo il ferro splendere senza un filo di ruggine.
  • Detersivo fatto in casa: per i pranzi e le cene che lasciano piatti particolarmente incrostati e pieni di grasso il limone è il modo migliore per trattare i piatti senza fatica. Sarà sufficiente tagliare mezzo limone e strofinarlo con cura sui piatti sporchi, lasciando agire mentre si finisce di cenare e ci si intrattiene con gli ospiti. Il potere pulente del limone scioglierà i grassi e i residui di cibo dai piatti che si potranno poi pulire in modo semplice e veloce.

Tutte le soluzioni che vi aiuteranno ad avere la casa in perfetto ordine, pulita e soprattutto profumata. Dovrete tenere conto che in questo modo non solo avrete una cucina perfetta, ma avrete anche speso molto meno di quanto vi sarebbe costato acquistare un prodotto specifico per la pulizia delle superfici specifiche.
Avrete quindi fatto un favore all’ambiente evitando di riempire l’aria con prodotti chimici e che danneggiano l’atmosfera e sarete anche riusciti a risparmiare soldi.